servizio civile

il commiato

10Imgs

Grazie per le emozioni che ci avete regalato, è stato un anno intenso tra gioie e dolori, sorrisi e pianti, canti, balli, laboratori ma soprattutto l’incontro di due generazioni distanti tra loro  ma allo stesso tempo vicine. Non un addio ma un arrivederci… a presto.

Con queste parole, si sono congedate le ragazze del servizio civile Cristina, Ilaria, Roxana e un po’ prima Giovanna per sopraggiunti impegni lavorativi. A loro va il nostro ringraziamento per l’impegno profuso e per la spensierata naturalezza con la quale hanno vissuto questa bella esperienza.

I nostri ospiti serberanno un bel ricordo di loro e non tanto e non solo per i laboratori, le attività occupazionali, la musica e le feste, pure riuscitissime  ma soprattutto per il loro garbo e il loro sorriso. A conferma di quanto detto riportiamo un breve dialogo rubato a due nostre ospiti in procinto di prendere l’ascensore dopo il laboratorio di disegno:

Emilia – me dispiace tantu che se frichine non ce vene più –

Gilda – c’hanno ‘na vita avanti –

Emilia – se sa –

halloween 2014

le ragazze del servizio civile con il prezioso supporoto dei volontari della CRI di San Severino, in occasione dell'oramai tradizionale festa di halloween, hanno fatto conoscere agli ospiti della Lazzarelli  il motto americano del " dolcetto o scherzetto ?" Un pomeriggio anomalo, quello vissuto dagli allegri veci della Lazzarelli il 31 ottobre 2014. Maghi streghe e qualche fata turchina,  pipistrelli volanti inverosimili ma comunque simpatici perchè realizzati in casa, zucche new age ed una scenografia spettrale hanno fatto da sfondo ad un pomeriggio mostruosamente divertente. Poi ancora dolci a tema e tanta musica. 

Dietro le quinte tanto lavoro per la preparazione della scenografia ma anche tanta soddisfaizone perchè gli ospiti edotti con santa pazienza hanno partecipato attivamente alla buona riuscita della manifestazione

progetto " i giovani incontrano gli anziani"

“I giovani incontrano gli anziani”. È il titolo del progetto promosso dalla Croce Rossa sezione di San Severino per l’impiego di volontari in servizio civile presso l’Asp Lazzarelli.

Il senso del progetto è nel progetto stesso: l’incontro. Perché ancora prima di fare, vedere, condividere è necessario che due generazioni così distanti non solo anagraficamente ma anche e soprattutto nello stile di vita si ritrovino e si capiscano. Un ottantenne o un novantenne ha una visione del mondo assolutamente diversa da quella di un ventenne. Per il suo vissuto ne conosce le brutture, le tribolazioni, sa dosare i tempi e i modi ha saputo cogliere nelle piccole cose la sua serenità, il giovane corre veloce e consuma con disarmante noncuranza qualsiasi cosa. Non esistono novità ma solo già visto. Due generazioni a confronto/scontro dunque in grado di completarsi e di arricchirsi vicendevolmente. L’anziano cerca il giovane, rivede in lui il suo trascorso, è disposto ad ascoltarlo anche se spesso non lo comprende, lo guarda con curiosità ed indulgenza cosa che non concede in alcun modo ai suoi coetanei.

Ogni pomeriggio dal lunedì al venerdì quattro ragazze: Roxana, Ilaria, Giovanna e Cristina incontrano gli ospiti della Lazzarelli ed insieme da aprile organizzano dei pomeriggi a tema. Qualche ospite partecipa attivamente altri con un’attenzione parsimoniosa, qualcuno si limita a vagare un po’ frastornato. Non importa l’importante è andare.

Un sentito ringraziamento al coordinatore della Croce Rossa di San Severino Elena Amici che da sempre sostiene la Lazzarelli. Grazie al suo entusiasmo è nato questo progetto.